Il tesoro sepolto. Alla ricerca della Roma perduta.
TREKKINCITTÀ
Data Escursione: dal 02-10-2022 al 02-10-2022

Tabella Tecnica
Proposta da : Inforidea Idee in Movimento Associazione di Promozione Sociale
Tipologia :
Dislivello : 20 m
Ore : 5 ore
Difficoltà : T
Lunghezza : 7 km

Descrizione Il tesoro sepolto. Alla ricerca della Roma perduta.

La Roma di fine Ottocento è una città in febbrile trasformazione dove sorgono grandi ministeri, si tracciano strade e nascono nuovi quartieri. Per “abbellimenti” e ampliamenti si sacrificheranno però pezzi della città antica e molte delle meravigliose ville barocche con i loro giardini. Sarà l’opera di Rodolfo Lanciani, illuminato archeologo, che ci restituirà gli straordinari tesori riemersi dagli scavi profondi della città. Facciamoci guidare dal suo amore per l’antico per rintracciare sul nostro percorso gli horti patrizi dell’Esquilino, statue meravigliose, pugili, porte magiche… Appuntamento ore 9:15 alla Basilica dei SS. Cosma e Damiano (via dei Fori imperiali) - Partenza ore 9:30. Percorso a tappe. Intera giornata con arrivo al Ghetto. Pranzo al sacco. Contributo associativo di partecipazione euro 10,00 + euro 2,00 per audiotrasmittenti. Obbligatoria tessera FederTrek in corso di validità. Numero max 25 partecipanti.

Prenotazione: ATUV Stefano Baldassarre 348 3072144 stefano.baldassarre.art@gmail.com

Accompagnatore1: ATUV Baldassarre Stefano
Cell: 348 307 2144


Accompagnatore2:
Cell:

Informazioni: Appuntamento ore 9:15 alla Basilica dei SS. Cosma e Damiano (via dei Fori imperiali) - Partenza ore 9:30. Percorso a tappe. Intera giornata con arrivo al Ghetto. Pranzo al sacco. Contributo associativo di partecipazione euro 10,00 + euro 2,00 per audiotrasmittenti. Obbligatoria tessera FederTrek in corso di validità. Numero max 25 partecipanti.

Prenotazione: ATUV Stefano Baldassarre 348 3072144 stefano.baldassarre.art@gmail.com

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.