Monte Crepacuore
Data Escursione: dal 09-08-2020 al 09-08-2020

Tabella Tecnica
Proposta da : NOITREK APS Associazione di Promozione Sociale
Tipologia :
Dislivello : 800 m
Ore : 6 ore
Difficoltà : E
Lunghezza : 13 km

Descrizione Partiremo da Campocatino a 1780 metri e scendendo verso la Fonte del Pozzotello faremo una piccola deviazione fino alla cima del Peschio delle Ciavole a 1959 metri e dopo una bella vista panoramica torneremo alla fonte da dove inizieremo a salire fino alla vetta del Monte Crepacuore 1997 metri.
Poi da qui scenderemo dalla parte opposta oltrepassando il Monte Femmina Morta 1720 metri scendendo ripidamente a un bivio per raggiungere la piana sottostante del Pratiglio S.Onofrio e da qui per un ripido anello torneremo alla Fonte del Pozzotello per tornare a Campocatino.

Caratteristiche tecniche :
Lunghezza : 13 km
Dislivello : 800 metri
Durata : 5-6 ore
Difficoltà : E escursionistico adatto a persone un po’ allenate abituate a salite ripide nei boschi.
Tipologia escursione : anello
Appuntamento unico sul posto : Campocatino sulla provinciale che parte da Guarcino(FR) ore 9.30

Contributo associativo di partecipazione : euro 10
Evento riservato ai soci in regola con il tesseramento Federtrek e tessera obbligatoria che si può fare il giorno dell’escursione al costo di 15 euro con validità di 365gg dalla data di emissione .
Per le altre escursioni visitare il sito www.noitrek.it

Informazioni e iscrizioni : Giuliano Della Posta 3473215279

NB: portare almeno due mascherine una di ricambio e guanti monouso da usare in caso di bisogno.


Accompagnatore1: AEV Della posta Giuliano
Cell: 3473215279


Accompagnatore2:
Cell:

Informazioni:

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.