ANELLO DEL PARCO DI VEIO - POMERIDIANA CON TRENO
Data Escursione: dal 22-08-2020 al 22-08-2020

Tabella Tecnica
Proposta da : Pontieri del Dialogo
Tipologia :
Dislivello : 200 m
Ore : 4 ore
Difficoltà : T/E
Lunghezza : 7 km

Descrizione Descrizione Un percorso ad anello reso suggestivo anche dall'orario, immersi nella natura e nella storia, all'interno del Parco di Veio, si trova , sulla via Francigena (l’itinerario storico che dal nord dell’Europa portava alla Città Eterna), dove si scoprono scenari di intatta bellezza naturale: Cascate, vecchi mulini, tombe rupestri vestigia della citta etrusca di Veio, situata nel centro della penisola italica le cui rovine sono situate presso il borgo medievale di Isola Farnese, entrò fin dall'VIII secolo a.C. in competizione con Roma, fu conquistata dai Romani dopo un lungo assedio all'inizio del IV secolo a.C. Appuntamento h 16,15 Isola Farnese ( davanti alla Chiesa di S.Pancrazio ) Rientro h 19,15/19,30 E'possibile arrivare anche con i mezzi pubblici con il solo biglietto metrobus 1,50 euro Treno Roma Viterbo da Roma Ostiense h 14,32 ( diverse fermate metropolitane) arrivo a Stazione La Storta h 15,33 poi il Bus 032, lato Largo Athos fino al capolinea Isola Farnese ( Circolare ) uno ogni 40 minuti Il viaggio per a da Isola Farnese è fatto in autonomia e senza assistenza da parte delle associazioni, che declinano ogni responsabilità sulla disponibilità dei posti sul mezzo pubblico. per iscriversi https://www.pontierideldialogo.org/?page_id=4904

Accompagnatore1: AEV Mostile Luisa
Cell: 3393730298


Accompagnatore2:
Cell:

Informazioni:

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.