Settimana Verdeazzurre: Sardegna Arcaica
Viaggiando in sardegna alla scoperta di un itinerario inesplorato
Data Escursione: dal 29-08-2020 al 06-09-2020

Tabella Tecnica
Proposta da : Inforidea Idee in Movimento
Tipologia :
Dislivello : m
Ore : ore
Difficoltà : T/E
Lunghezza : km

Descrizione Settimana Verdeazzurre: Sardegna Arcaica Inizieremo questo viaggio fatto di storia e tradizione dal suo Capoluogo Cagliari dove vi faremo vivere una città insolita ricca di magia e di mistero. Continueremo il viaggio verso la parte più archeologica dell’isola visitando il villaggio nuragico di Barumini, scopriremo le bellezze della piana di Gesturi con i suoi famosi cavallini allo stato brado. Risaliremo verso la costa dell’Ogliastra per avventurarci tra i monti della Catena del Gennargentu. Finiremo gli ultimi giorni immersi nelle acque cristalline della Gallura concludendo il nostro viaggio ad Olbia. Prenotare: mura.cristina@gmail.com cell. 3332734945

Accompagnatore1: AEV Virgili Riccardo
Cell: 3926875973


Accompagnatore2: ATUV Mura Cristina
Cell: 333 273 4945

Informazioni: Settimana Verdeazzurre: Sardegna Arcaica Inizieremo questo viaggio fatto di storia e tradizione dal suo Capoluogo Cagliari dove vi faremo vivere una città insolita ricca di magia e di mistero. Continueremo il viaggio verso la parte più archeologica dell’isola visitando il villaggio nuragico di Barumini, scopriremo le bellezze della piana di Gesturi con i suoi famosi cavallini allo stato brado. Risaliremo verso la costa dell’Ogliastra per avventurarci tra i monti della Catena del Gennargentu. Finiremo gli ultimi giorni immersi nelle acque cristalline della Gallura concludendo il nostro viaggio ad Olbia. Prenotare: mura.cristina@gmail.com cell. 3332734945

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.