LE PASSEGGIATE VERDI DEL GIOVEDÌ, OGGI ANDIAMO A... LA PINETA DI CASTELFUSANO E LA VILLA DI PLINIO
Con un percorso ad anello percorreremo i sentieri della Riserva Naturale Pineta di Castelfusano fino alla “Villa di Plinio”.
Data Escursione: dal 14-11-2019 al 14-11-2019

Tabella Tecnica
Proposta da : Associazione Camminatori Escursionisti Roma-ACER
Tipologia :
Dislivello : m
Ore : 3 ore
Difficoltà : T
Lunghezza : km

Descrizione A Piazzale Ostiense prenderemo il treno per Ostia ed arriveremo al capolinea Cristoforo Colombo. Con un percorso ad anello percorreremo i sentieri della Riserva Naturale Pineta di Castelfusano fino alla “Villa di Plinio”. L'area del Parco è stata istituita nel 1980, ma fonti storiche riportano che già in epoca romana c'era la Pineta ed era attraversata dall'antica Via Severiana, importante collegamento tra Roma e il mare, voluta nel 198 d.C. da Settimio Severo. La “Villa di Plinio” o “Villa della Palombara”, risale al primo periodo imperiale della storia romana (I secolo d.C.). La Villa che aveva un doppio giro di colonne intorno ad un grande giardino, si affacciava sul mare ed aveva anche un impianto termale di cui ancora oggi è ben visibile uno splendido mosaico a tessere bianche e nere.

Accompagnatore1: AEV Vicentini Nadia
Cell: 333 5921522


Accompagnatore2:
Cell:

Informazioni: La gita è riservata ai soci in regola con il tesseramento TESSERA FEDERTREK: obbligatoria: € 15 adulti, € 5 minori di anni 18 - N.B. si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera e la trascrizione del numero. CONTRIBUTO ASSOCIATIVO DI PARTECIPAZIONE: 5 €; gratuito minori di 18 anni COSA PORTARE: Scarpe e vestiario da trekking, mantellina, torcia, borraccia, bastoncini APPUNTAMENTO: ore 9,00 P.le Ostiense Fermata Metro B Piramide ARRIVO: Fermata Lido Nord – Fermata Metro B Piramide

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.