Isola di Ponza
Ultimi bagni di una lunga estate
Data Escursione: dal 25-10-2019 al 28-10-2019

Tabella Tecnica
Proposta da : Il Cammino Possibile
Tipologia :
Dislivello : 300 m
Ore : 6 ore
Difficoltà : E
Lunghezza : 7 km

Descrizione Tre giorni a Ponza per godere, sulla magnifica Isola Pontina, gli ultimi scampoli di sole. Per godere dell’ultimo, splendido, mare della stagione. Escursioni con scorci affascinanti che si concluderanno in riva al mare per un bagno rigenerate

Accompagnatore1: AEV Bailetti Marco
Cell: 3494058276


Accompagnatore2:
Cell:

Informazioni: Escursioni: 1) Diff. E Durata 3 h. Dal Porto Borbonico di Ponza fino al Monte la Guardia 280 m. Discesa a Chiaia di Luna. Nel pomeriggio bagni a volontà. 2) Diff. E Durata 3 h 30’ Dal Borgo di S. Maria ( ca. 800 m. dal Porto) a Punta di Capo Bianco ed al Frontone. 3) Diff. E Durata 4 h. Da Le Forna a Punta Incenso discesa agli scogli di Cala Gaetano. Ritorno passando dal Porto. ACCOMPAGNATORI: AEV Gigi Bonifacio e AEV Marco Bailetti. DOTAZIONI: obbligatori: Scarpe da trekking, giacca a vento leggera antipioggia. Pranzi al sacco a cura dei partecipanti. consigliati: Bastoncini APPUNTAMENTO: H. 7,30 Stazione Termini. All’inizio del binario del treno che sarà successivamente indicato. COSTI: TESSERA FederTrek obbligatoria: € 15; QUOTA GITA: € 20 ALBERGO: € 80 ca. Cene in trattoria costo previsto intorno ad € 20.00 a pasto. TRASPORTO: Treno + Traghetto (costi e orari saranno comunicati in seguito ma, indicativamente, la partenza sarà intorno alle 7.30/8.00 da Roma Termini ed il costo si aggirerà sui € 30/40 a/r). INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI (sino alle 18,00 di Venerdì 4 Ottobre): tel. 349 4058276 AEV Marco Bailetti

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.