MONTI AUSONI: LE TORRI DI MONTE LEANO, TERRACINA E IL TEMPIO DI GIOVE ANXUR
Panoramica escursione che da S. Silviano ci porta sullo sperone di Roccia del Monte Leano, dove è presente la statua della “Madonna del Lazio”,
Data Escursione: dal 08-12-2019 al 08-12-2019

Tabella Tecnica
Proposta da : Associazione Camminatori Escursionisti Roma-ACER
Tipologia :
Dislivello : 450 m
Ore : 3 ore
Difficoltà : T/E
Lunghezza : 10 km

Descrizione Panoramica escursione che da S. Silviano ci porta sullo sperone di Roccia del Monte Leano, dove è presente la statua della “Madonna del Lazio”, che si affaccia sulla pianura Pontina, con il Circeo in primo piano e le isole pontine sullo sfondo. Qui domina la macchia mediterranea, con i suoi colori e profumi. Nel pomeriggio visita a Terracina, con la sua storia millenaria; conserva innumerevoli tracce del suo passato legate anche alla realizzazione della via Appia (312 a. C.). Da vedere il Duomo e il Tempio di Giove Anxur.

Accompagnatore1: AEV Galassi Mario
Cell: 3391177868


Accompagnatore2: AEV Iannello Roberto
Cell: 377 1525183

Informazioni: La gita è riservata ai soci in regola con il tesseramento TESSERA FEDERTREK: obbligatoria: € 15 adulti, € 5 minori di anni 18 - N.B. si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera e la trascrizione del numero. CONTRIBUTO ASSOCIATIVO DI PARTECIPAZIONE: 8 €; gratuito minori di 18 anni COSA PORTARE: Scarpe e vestiario da trekking, mantellina, torcia, borraccia, bastoncini 1)APPUNTAMENTO: ore 08,00 ore Uscita Metro B – EUR Fermi 2) APPUNTAMENTO: ore 09,45 a Terracina TRASPORTO(*): Auto proprie (l’autista non paga la benzina e l’autostrada) (*) Per la divisione delle spese auto tra i passeggeri, si consiglia di applicare le tabelle ACI (€ 0,20 a Km ca – calcolo medio secondo il tipo si vettura e il numero dei passeggeri).

Nota: Si ricorda ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate.